PROGETTO LIBERE (2024)

da | Mar 7, 2024 | 0 commenti

PROGETTO LIBERE

Obiettivi generali
– Potenziamento delle forme di sostegno ed assistenza delle donne vittime di violenza
– Potenziamento della rete di servizi a favore delle donne vittime
– Maggiore presenza sul territorio calabrese – Maggior consapevolezza da parte delle donne dei propri diritti
– Aumento delle denunce dei casi di violenza – Interruzione/diminuzione del rischio di trasmissione intergenerazionale della violenza – Miglioramento della relazione madre-bambino/a

Descrizione degli interventi specifici
– Realizzazione di n. 1 tirocinio formativo con borsa lavoro per una donna vittima di violenza
– Attivazione sportello per orientamento ai servizi sociali e sanitari del territorio e disbrigo pratiche
– Orientamento legale per le donne vittime di violenza che contattano il Centro
– Riattivazione Focal Point Ariel di Ionadi e Focal Point Ariel di Bagnara Calabra (RC) – Interventi psico-educativi focalizzati a supportare la relazione mamma-bambino/a

Descrizione delle attività
Realizzazione di n. 1 tirocinio formativo con borsa lavoro per una donna vittima di violenza
Il mondo del lavoro è il contesto in cui le donne possono trovare un primo luogo di riscatto. Il problema principale per le donne che concludono il percorso di fuoriuscita dalla violenza e dalle conseguenze da essa prodotta, è dato dalla difficoltà di inserirsi o reinserirsi nel mercato del lavoro e quindi di raggiungere una propria autonomia economica. Il Centro porrà in essere in favore di una donna vittima di violenza, un tirocinio formativo presso il centro di assistenza fiscale aderente all’iniziativa proposta. Il tirocinio avrà una durata di 6 mesi, con la corresponsione di una borsa lavoro. L’obiettivo strategico è quello di promuovere e facilitare l’inserimento sociale e lavorativo della donna che ha subito violenza.
Attivazione sportello per orientamento ai servizi sociali e sanitari del territorio e disbrigo pratiche Il Centro fornirà alle donne vittime, informazioni sul complesso dei servizi e delle prestazioni sociali, sanitarie, educative e culturali, sia pubbliche che private, presenti sul territorio. In collaborazione con il centro di assistenza fiscale della rete di servizi creata, provvederà alla compilazione delle domande utili per ottenere bonus sociali. Lo sportello sarà attivo presso la sede due volte a settimana.

Orientamento legale per le donne vittime di violenza che contattano il Centro
Nel corso degli anni di attività di assistenza alle donne vittime di violenza, il Centro ha rilevato sia il timore di denunciare il maltrattante sia la scarsa conoscenza dei propri diritti e degli strumenti legali a tutela della propria persona e dei propri figli. Per queste problematiche, si vuole proporre a tutte le donne che contattano il Centro un primo servizio di orientamento legale, oltre il già esistente servizio di consulenza legale. Nello specifico saranno fornite le informazioni essenziali affinché la donna vittima possa scegliere in autonomia se attivare procedure legali (Tribunale Ordinario, Procura della Repubblica, Tribunale dei Minorenni) e quali nell’ottica della protezione personale e dei minori se presenti. Nel corso del primo colloquio, l’assistita sarà infatti informata dall’avvocato, in presenza di un’operatrice del Centro, sui suoi diritti, sugli strumenti di tutela giuridica che potrà attivare in suo favore ed in favore dei propri figli. La consulente legale inoltre chiarirà ogni dubbio della donna in merito ai procedimenti giudiziari, aiutandola affinché possa trovare la forza ed il coraggio per denunciare il maltrattante.
Riattivazione Focal Point Ariel di Ionadi e Focal Point Ariel di Bagnara Calabra (RC)
Tale azione prevede il rafforzamento della rete dei servizi attraverso la riattivazione dei due punti di ascolto già in essere presso il Comune di Bagnara Calabra (RC) ed il Comune di Ionadi (VV). I due Focal Point fungeranno da punti di riferimento alle donne vittime di violenza, facendo da “ponte” rispetto alla sede centrale, nella quale vengono effettivamente erogati i servizi di consulenza e accompagnamento. L’attività sarà tarata in modo da offrire un ascolto professionale, in grado di decodificare la domanda ed orientarla eventualmente già verso gli altri sportelli/servizi pubblici o del privato sociale che dovessero ritenersi più idonei. L’attività di cooperazione con la Cooperativa Vibosalus e l’associazione di volontariato Benessere e Salute, assume una particolare rilevanza per poter raggiungere le donne vittime residenti in ambiti territoriali diversi da quello della sede del Centro.
I due punti di ascolto manterranno l’apertura per due giorni a settimana e le operatrici responsabili accompagneranno l’utente, in tutto il percorso elaborato per la fuoriuscita dal problema della violenza e per rispondere alle esigenze manifestate nel primo contatto.
Riattivare i punti di ascolto può anche essere occasione di confronto e apprendimento finalizzato al miglioramento dei comportamenti professionali e, di conseguenza, degli interventi erogati all’interno della rete di servizi. Una sempre maggiore consapevolezza dell’interdipendenza, la possibilità di creare anche forti legami informali, avere obiettivi condivisi, sono tutti fattori che possono costituire un incentivo alla costruzione del consenso sul vantaggio reciproco che si ottiene dal raccordo e dal lavoro di rete.
Interventi psico-educativi focalizzati a supportare la relazione mamma-bambino/a
Attraverso attività laboratoriali, il Centro vuole rafforzare la relazione che le donne hanno con se stesse, partendo dalla consapevolezza del proprio corpo e delle proprie sensazioni, per mettersi in gioco sia come donna sia come madre. I figli minori saranno coinvolti in attività ludico-educative che stimolano comportamenti funzionali alla relazione con il genitore.

Parla con una delle nostre operatrici!

Numero verde attivo H24

LINEA ROSA ARIEL

Invia un messaggio

Compila il seguente modulo contatti oppure scrivici all’indirizzo: computersrenewsite@gmail.com 

PRIVACY

L’Autore

Palmina

Seguici

Commenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.